lingua language

Vieni a trovarci in fiera, risparmia sulle spese di spedizione!

 

GRAZIE DI TUTTO, SIR JOHN

venerdì 31 marzo 2017

Proprio nei giorni in cui partivano le celebrazioni per i settant’anni della Ferrari ci ha lasciati uno dei tanti artefici della gloria di questo marchio. John Surtees è stato l’ultimo Campione del Mondo al volante di auto da corsa che sembravano dei sigari, monoposto senza appendici alari, enormi pance laterali e gomme debordanti. Era il 1964 quando l’ex iridato delle due ruote di pochi anni prima, fra l’altro con quella MV Agusta paragonabile in quei mitici anni Cinquanta/Sessanta alla stessa Ferrari, regalava al Drake l’ennesimo trionfo. Ma Sir John è stato molto di più che un semplice nome nell’albo d’oro più prestigioso. Pilota di livello unico a due e quattro ruote; team manager all’inizio e costruttore in seguito; valido collaudatore ed eccellente tecnico, solo per sottolineare le molte peculiarità di un uomo che da questo mondo, da lui amato fino alla fine, ha raccolto infinite soddisfazioni ma anche la più grande amarezza possibile, la morte in corsa dell’amato figlio. Onore e gloria a Norman John Surtees, un nome unico e irripetibile per lo sport dei motori.

 

L’ingegner Mauro Forghieri, in piedi,

osserva il suo campione John Surtees,

già nell’abitacolo della Ferrari,

in vista di una seduta di prove sulla pista di Monza.

 

 

La redazione Giorgio Nada Editore

 

 

Per conoscere un campione, ti suggeriamo:

 

Per i collezionisti invece, suggeriamo i seguenti volumi firmati dal campione in persona:

 

         

 

Lascia un commento